Info brevi

IL CONTO TERMICO

10 giugno 2015
Sono previsti dei contributi statali per coloro che scelgono di installare in edifici esistenti:
* Pompe di calore di tipologia aria/acqua
* Pompe di calore geotermiche
* Climatizzatori in pompa di calore
* Impianti solari termici

Il soggetto beneficiario dell’incentivo che ha sostenuto le spese può presentare la richiesta di agevolazione e gestire i rapporti contrattuali con il G.S.E. S.p.A.( Gestore dei Servizi Energetici) anche attraverso un soggetto delegato.
Gli interventi devono essere effettuati su:
- edifici esistenti con relative pertinenze iscritti al Catasto
- edifici esistenti con dichiarazione di “fine lavori”
- edifici esistenti con richiesta di iscrizione al catasto prima del 03/01/2013
Possono richiedere il Conto Termico sia le amministrazioni pubbliche sia i soggetti privati (persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario) che effettuano interventi di piccole dimensioni relativi ad impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza.
L’incremento dell’efficienza energetica di un edificio esistente è invece previsto solo per le Amministrazioni Pubbliche.
Rientrano nel Conto Termico i seguenti interventi:
- la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, che sfruttano l’energia aerotermica, (climatizzatori e pompe di calore aria/acqua) geotermica o idrotermica
- la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentato da biomassa
- l’installazione di collettori solari termici anche abbinati a sistemi di solar cooling per il raffrescamento con l’impiego di pannelli solari
- l’ installazione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore

PER MAGGIORI INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI POTETE VISIONARE IL SITO
http://www.gse.it

Pagina generata in 0.22022199630737 secondi